Carta di riso

Pubblicato da Giuliana Provenzale

     Carta leggera e resistente che si presenta come un velo. Può essere più sottile o più doppia e nell’impasto che costituisce la carta sono presenti numerosi filamenti biancastri, residui della paglia di riso (La caratteristica di trasparenza ed opacità dei filamenti viene particolarmente esaltata nell’applicazione sul vetro).
L’amido di riso dà un aspetto lucente, mentre i filamenti sono più opachi ed essendo più spessi, risultano leggermente in rilievo.
La carta di riso può essere incollata con colla vinilica su qualsiasi superficie.. Esiste colorata, bianca e stampata.

Uso della carta di riso bianca o colorata:

  • La carta di riso non va immersa nell'acqua;

  • dopo aver lavato e asciugato l'oggetto comincia a decorarlo con strisce orizzontali di carta, oppure potresti anche fare dei grandi pezzi, da comporre sulla superficie come un puzzle;

  • sul vetro può essere applicata direttamente se si vuole conservare la trasparenza;

  • per gli altri materiali passa una mano di fondo gesso che fa da primer per le fasi successive;

Carta di riso su piatto di vetro

  • se vuoi ricoprire un piatto di vetro devi lavorarlo dal di sotto,

  • passa un po' di colla sul piatto, appoggia il foglio di carta di riso sottile e con un pennello imbevuto nella colla partendo dal centro dai delle pennellate verso l'esterno per non creare grinze e bolle d'aria,

  • lascia asciugare bene,

  • ritaglia il bordo eliminando la carta in eccesso, ripassa con carta vetro fine e per rifinire colora solo il bordino con colori dorati o argentati o glitter;

  • per finire passa una o più mani di vernice protettiva trasparente.

Uso della carta di riso stampata:

  • Lava ed asciuga l'oggetto, prima di dare il colore devi stendere una mano di gesso acrilico e lasci asciugare bene.

  • stendi una o due mani di colore, lascia asciugare poi prendi la carta di riso con figure, con un pennello piccolo bagni tutt'intorno lasciando un centimetro di spazio e con le mani strappi la carta bagnata.

  • incolla la figura strappa a pezzetti con le mani lo sfondo che può essere di vari colori;

  • (es: se hai preso un foglio con dei grappoli d'uva, lo sfondo della carta può essere violetto chiaro;

  • se hai preso la carta con figura che rappresenta un mazzo di fiori può essere beige, etc.);

  • con questi pezzi ricopri tutto l'oggetto anche accavallandoli un po';

  • quando tutto è asciutto passa una o più mani di vernice protettiva trasparente lucida o opaca.

Seguimi sul blog ricco dei miei lavori e scrivimi a giuliana.prov@gmail.com per ricevere direttamente le spiegazioni con i dettagli del lavoro che ti piace.

Grazie per la visita Giuliana

Carta di riso

Con tag tecniche

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: