Piatto antico di mia nonna

Pubblicato il da Giuliana Provenzale

Piatto antico di mia nonna
Piatto antico di mia nonna

     Dopo essere stato il re della tavola, sempre colmo di succulenti pietanze, l'ho trovato relegato in un angolo della vecchia dipensa a muro della masseria dei miei nonni. Era l'unico che aveva resistito all'uso quotidiano. Aveva resistito all'acqua gelida del pozzo che lo spogliava del sapore dei cibi. Aveva resistito al silenzio di quella dispensa, che privata della tenda di lino antica e ricamata, lo lasciava in balia della polvere del tempo. Aveva resistito anche all'abbandono.

    I segni del tempo sono visibili e tangibili, ma portatori ancora di emozioni. Non voglio cancellarli, ma  dargli altri segni che lo catapultino nel mondo magico dell'arte, dove il tempo diventa infinito ed i segni comunicazione.

Seguimi sul blog ricco dei miei lavori e scrivimi a giuliana.prov@gmail.com per ricevere direttamente le spiegazioni con i dettagli del lavoro che ti piace.

Grazie per la visita Giuliana

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post